top of page
Post: Blog2_Post

Cosa ci appartiene veramente

Sapete che cosa ci appartiene veramente? Le nostre personali storie di follia familiare.

Quando a mio padre fecero una diagnosi brutta, io ero incinta al settimo mese di Enrico.

Quel giorno, per la prima volta, Alessio tornó prima dal lavoro, si era reso conto che era tanta roba pure per me.


Con la pancia ancora più grossa, un mese dopo, la telefonata di un dottoressa dell’ospedale ci avvisava che mio padre non si trovava più in ospedale e che loro non sapevano dove fosse.


Alle due del pomeriggio del 7 luglio abbiamo setacciato, io e quella donna di mia madre, i dintorni del San Paolo.

Lo trovò un paio di ore dopo Luciano, che camminava da solo per strada, verso casa.



Alla fine mi sono seduta sulla statua di Padre Pio, convinta che avrei partorito quel giorno.


E invece no, ci vollero altri nove giorni.


Quel giorno inizió la mia carriera di grandissima sparecchiatrice di scrivanie.

76 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti